#ShareCroatia and Molaris

#LikeCroatia and Molaris

Attenzione
  • Fallito caricamento file XML
omisalj 02OMIŠALJ – Superata la "porta d'ingresso" del Ponte di Veglia (Krčki most), davanti ai vostri occhi si staglierà la silhouette di Omišalj (Castelmuschio), erta su una rupe di 85 metri d'altezza. Omišalj affonda le proprie radici nella preistoria. Il suo sviluppo coincise con l'avvento dei Liburni, prima, e dei Romani, poi, ai quali succedettero i conti Frankopan (Frangipane), signori di Veglia. In epoca preistorica, nei luoghi dell'odierna Omišalj c'era un castelliere, sostituito nel medioevo da un castello fortificato "ad musculum" che sfruttava la posizione strategica del colle. Come in tanti altri luoghi dell'isola, i beni di maggior valore storico – culturale sono legati sia agli edifici sacri, sia alle loro pertinenze. Ad Omišalj, ad esempio, si distingue la chiesa parrocchiale del XII secolo; ampliata più volte nel corso dei secoli (la cupola ed il campanile risalgono al XVI secolo), in essa spicca un antico altare con un trittico ligneo opera del pittore veneziano Jacobello del Fiore del XV secolo.

A sud del campanile che guarda sulla piazza c'è la Loggia cittadina (XVI secolo), dove si amministrava la giustizia e ci si occupava della cosa pubblica. Sul lato orientale della piazza c'è la cappella di Sant'Elena (Kapela Sv. Jelene) del XV secolo, al cui interno è possibile ammirare una lastra di marmo con un incisione che parla della costruzione dell'acquedotto della città romana di Fulfinium. Interessanti sono anche i resti di una fortezza (turna) che faceva parte del sistema difensivo della città e che fu fatta costruire nel 1476 dal principe Ivan Frankopan.

A cala Sepen, poco fuori Omišalj, sorge una basilica paleocristiana del V secolo che, secondo alcune fonti, sarebbe stata la più grande basilica del Mediterraneo. A pochi passi da quest'edificio sacro, a Mirine, c'è un sito archeologico con i resti sotterrati dell'antica città romana di Fulfinium.

Oggi Omišalj è una nota località di villeggiatura che offre alloggio sia negli alloggi privati (camere e appartamenti), sia in alcuni hotel. Oltre alle attività che si svolgono sul mare e sulle sue spiagge di ghiaia e roccia (con qualche piattaforma cementata qua e là), ai piedi dell'antico borgo ci sono anche diversi impianti per la ricreazione e lo sport.